Welcome!

Web 2.0 Authors: Liz McMillan, Si Chen, Cloud Ventures, Patrick Carey, Martin Etmajer

News Feed Item

Studio sul sonno del Laboratorio di neurobiologia circadiana e del sonno di Stanford presentato al Congresso della Società asiatica per la ricerca sul sonno

- Ricerca sulle differenze tra coprimaterasso imbottito ad alta resilienza (airweave) e coprimaterasso imbottito a bassa resilienza in termini di qualità del sonno -

KODA, Giappone, 14 dicembre 2012 /PRNewswire/ -- airweave inc. cerca di migliorare la qualità del sonno verificando l'effetto sul riposo del proprio coprimaterasso imbottito "airweave" ad alta resilienza da un punto di vista scientifico e sulla base della politica fondamentale dell'azienda espressa dal motto "Il sonno di qualità". L'azienda ha cominciato a vendere gli "airweave" nel 2007. L'anno scorso, nell'ambito di questo impegno, è stata condotta la ricerca sul sonno con il laboratorio SCN*, uno dei centri di ricerca di maggior prestigio al mondo. Il risultato dello studio è stato presentato in occasione del 7° Congresso della Società asiatica per la ricerca sul sonno, tenutosi a Taipei dal 30 novembre al 2 dicembre. Durante la presentazione, è stato mostrato come l'"airweave" abbia determinato una migliore qualità del riposo grazie a una perdita di calore più efficace e naturale nella fase iniziale del sonno.
[*Laboratorio SCN: Stanford Sleep and Circadian Neurobiology Laboratory (Laboratorio di neurobiologia circadiana e del sonno di Stanford), Scuola di Medicina dell'Università di Stanford, Stati Uniti]

(Foto: http://prw.kyodonews.jp/opn/release/201212118857/ )

- Ricerca congiunta con il laboratorio SCN
Lo studio è stato condotto principalmente dal laboratorio SCN (direttore: dott. Seiji Nishino) e con la collaborazione del Centro scientifico del sonno di Ota (dott. Shintaro Chiba, Kawasaki, Giappone). Il dott. Chiba ha comunicato i risultati della ricerca sulle variazioni della temperatura corporea interna durante il sonno associati all'utilizzo dei due coprimaterassi imbottiti (Nota 1). La ricerca ha concluso che il coprimaterasso imbottito "airweave" ad alta resilienza ha determinato un notevole effetto benefico sul riposo grazie a una perdita di calore più efficace e naturale durante la fase iniziale del sonno. Era opinione comune che gli articoli da letto non avessero alcun effetto sulla qualità del sonno e che ciascuno fosse libero di scegliere qualsiasi prodotto a seconda delle proprie preferenze. Tuttavia, il risultato di questa ricerca indica che la scelta di tali prodotti rappresenta uno dei fattori importanti per il miglioramento della qualità del sonno.

- Metodi di ricerca e risultati
Lo studio ha valutato gli effetti dell'"airweave" sul riposo e sulla fisiologia ad esso associata, ad esempio attraverso la PSG* e l'osservazione delle variazioni della temperatura corporea interna e dei movimenti nel sonno; gli effetti sono stati confrontati con quelli legati all'utilizzo di un coprimaterasso a bassa resilienza con un design affine e appartenente a una fascia di prezzo simile. Lo studio è stato condotto su 10 soggetti sani di sesso maschile (età media 27,6 anni) con metodo randomizzato incrociato a singolo cieco; i risultati sono stati rilevati mediante PSG durante il riposo notturno (dalle 23.00) presso il laboratorio del sonno con un intervallo di uno o due giorni. I dati hanno mostrato che l'utilizzo del coprimaterasso airweave determina una perdita di calore più efficace e naturale e una maggiore durata del sonno profondo nella fase iniziale del riposo.
(*PSG = polisonnografia: test che misura i fenomeni fisiologici durante il sonno e che include l'EEG)

I soggetti si sono addormentati rapidamente con entrambi i coprimaterassi imbottiti. È stato interessante osservare che la temperatura corporea interna è diminuita rapidamente e costantemente in caso di utilizzo del coprimaterasso airweave e ha raggiunto il punto più basso (36,0 °C) alle ore 2.00-3.00. Con un coprimaterasso a bassa resilienza, invece, il calo della temperatura si è dimostrato modesto e, tra l'1.00 e le 2.00, la temperatura risultava di 0,4 °C superiore rispetto a quella rilevata durante l'utilizzo dell'airweave. Poiché nella fase iniziale del sonno è stata osservata una differenza significativa nella temperatura interna, sono stati analizzati anche i dati della PSG, i quali hanno indicato un notevole aumento della durata del sonno di Fase 4 associato all'uso dell'airweave.

In linea generale, si ritiene che, quando ci si addormenta, sia importante ai fini della qualità del sonno che si verifichino un aumento e un calo della temperatura interna e che una diminuzione immediata e intensa della temperatura interna regali un riposo migliore.

Come menzionato in precedenza, airweave migliora la qualità del sonno grazie a un calo rapido e costante della temperatura corporea interna. In associazione alle variazioni della temperatura interna osservate, è stato rilevato un sonno profondo di maggiore durata.

Nota 1: confronto tra l'"airweave" ad alta resilienza e un comune coprimaterasso imbottito a bassa resilienza

Materiale di riferimento:
Ricerca sul sonno e sull'ormone della crescita

In generale, si ritiene che un sonno di buona qualità influisca notevolmente sulla secrezione dell'ormone della crescita. È inoltre risaputo che l'ormone della crescita promuove la riparazione cutanea e cellulare, il defaticamento e la crescita nei bambini. airweave.inc continuerà la sua ricerca sul sonno, anche attraverso studi come quello descritto in questo comunicato, e a fornire il proprio contributo per rendere la vita più confortevole.

Informazioni su airweave inc.
L'azienda è guidata dal presidente e amministratore delegato Motokuni Takaoka e ha sede a Koda, Nukata,  Pref. di Aichi, Giappone. Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web: http://airweave.jp/en/

Contatto:
Rikiya Tomita
responsabile Ricerca
airweave inc.
Tel.: +81-564-56-1262
Fax: +81-564-56-1263
E-mail: [email protected]

More Stories By PR Newswire

Copyright © 2007 PR Newswire. All rights reserved. Republication or redistribution of PRNewswire content is expressly prohibited without the prior written consent of PRNewswire. PRNewswire shall not be liable for any errors or delays in the content, or for any actions taken in reliance thereon.